difiore

Bovisa Blues (dalla Bovisa alla Luna)

Asilo

di Giordano Di Fiore - bluesman

Bovisa Blues

Veronica è a Parigi, troppo costoso raggiungerla. A Milano fa caldo, c’è una temperatura ideale, non la solita afa: del venticello frizzante, a tratti, allieta i pensieri.

Solitudine, la solita solfa: spesa da solo, cucina, divano..no, è venerdì sera. Provo a sentire qualche amico, ma mi accorgo che non è ciò che voglio. Mi concedo un lusso: una carbonara in Piazza Bausan. Ore 23, sono l’ultimo cliente: mi fanno mangiare per atto di compassione, immagino.

Pago il conto, esco. No, non vado a casa. Due passi, direzione Piazza Nigra. Sono un po’ assonnato, chi ce la fa a camminare? D’improvviso, lo sferragliare del 2, così elegante nel suo look anni 60. Ma sì, lo prendo. Non ho niente da fare. E il 2 fa un percorso di tutto rispetto.

Non ho il biglietto, tento la novità: il ticket via sms. Non ci riesco, rischio. Tanto…

View original post 779 altre parole


Leave a comment

    Add comment